Il miele: ad ognuna il suo!

di Redazione Commenta

Mal di pancia? Raffreddore? Difficoltà a prendere sonno? Un paio di cucchiai al giorno di miele possono aiutare a risolvere numerosi piccoli disturbi. E importante è saper scegliere quello giusto. Perché ne esistono davvero tantissime va­rietà, ottenute dalle api a partire dai fiori ma anche dalle gemme o dalle foglie di alcune piante un vero e proprio integratore alimentare naturale consigliato anche a chi è a dieta.

 Se infatti non può essere considerato un alimento light (10g equivalgono a 30 calorie) grazie all’elevato contenuto di fruttosio è più dolce dello zucchero: ne occorre quindi di meno per ottenere lo stesso sapore gradevole. E non fornisce calorie vuote, ma tante sostanze preziose. Ecco una mini-guida che riassume le proprietà tera­peutiche dei nettari dell’alveare, da consumare da solo, sciolto nelle bevande, spalmato sul pane, aggiun­to allo yogurt.

Miele di acacia:  Ha colore chiaro, quasi trasparente, è liqui­do, leggero e delicato. Lievemen­te lassativo, è utile per le irritazioni della gola, per disintossicare il fe­gato, per combattere l’acidità di stomaco.

Miele di agrumi: Composto da mieli misti di arancia. pompel­mo, limone, ha un profumo intenso e un sapore fruttato lievemente acidulo. È ricco di vitamine o di calcio, per questo è consigliato ai bambini, agli adolescenti e in me­nopausa. Grazie alle sue proprietà calmanti favorisce il sonno. Ha anche potere cicatrizzante.

Miele di girasole: Non molto dolce, ha proprietà dieteti­che, astringenti e antipiretiche. Può dare una mano a combattere il colesterolo.

Miele di rododendro: Prodotto in montagna a un’elevata altitudine, è chiaro e leggero. Utile nella cura di bronchiti e inappe­tenza.

Miele di castagno: Ha un colore ambrato, molto scuro, e un sapore forte, generalmente ama­ro. Ricco di sali minerali, vanta proprietà ricostituenti ed è perciò consigliato nei casi di affaticamen­to e anemia. Inoltre, è un sicuro rimedio per calmare la tosse.

Miele di corbezzolo: Prodotto in autunno, ha un sapo­re molto amaro. Gli sono ricono­sciute proprietà antisettiche e diuretiche.

Miele di erica: Con tonalità arancione. ha un sapore che ricor­da l’anice. Può essere utile per combattere gli stati di affatica­mento fisico e mentale.

Miele di eucalipto: è uno dei mieli più ricchi di enzimi. Bal­samico, è un ottimo alleato contro raffreddore, tosse e raucedine. È efficace anche contro la cistite e le piccole infiammazioni della boc­ca, come afte e gengiviti. .

Miele di tarassaco: Ha un sapore molto intenso, è indi­cato per chi fa sport e per chi deve sostenere sforzi intensi. Aiuta a depurare le vie urinarie e l’intestino.

Miele di tiglio: Ha un gusto di mentolo e vanta proprietà seda­tive, diuretiche e digestive. Indica­to nei casi di insonnia e di emicra­nia, aiuta ad allevare anche i do­lori mestruali.

Il miele è a tutti gli effetti un alimen­to prebiotico: i suoi zuccheri, frutto­sio e glucosio, raggiungono diretta­mente l’intestino, dove vengono fermentati dalla flora batterica e di­ventano un importante nutrimento della flora stessa. In più è facile da  digerire perché i suoi zuccheri scissi dalle api durante il pro­cesso di trasformazione. Grazie al pH acido ha un’elevata azione antibatterica. La concentrazione di fruttosio gli confe­risce proprietà umet­tanti ed emollienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>