Dieta dell’astronauta, regime dimagrante low carb

Non lasciatevi ingannare dal nome: la dieta dell’astronauta non ha niente a che vedere con voli nello spazio né con l’alimentazione degli astronauti. Si tratta di una dieta low carb molto spesso indicata come iperproteica ma in realtà non propriamente tale. Quel che è sicuro è che si tratta di una dieta dove il consumo di carboidrati è altamente sconsigliata.

Dieta dell’Astronauta

Come la dieta scarsdale e la dieta Atkins, anche la dieta dell’astronauta è una dieta low carb, ossia a basso contenuto di carboidrati. Più precisamente, la cosiddetta dieta dell’astronauta, che però non ha nulla a che vedere con l’alimentazione tipica degli esploratori dello spazio, può essere considerata una variante della dieta Atkins, con la quale condivide il principio secondo il quale la drastica riduzione di carboidrati costringe il corpo a bruciare i grassi evitandone l’accumulo.

Per questo motivo, alla eliminazione quasi esclusiva di cibi ricchi di carboidrati, corrisponde un aumento dell’assunzione di quelli contenenti grassi e proteine. Quindi in questo regime dietetico sono assolutamente vietati pasta, pane, riso e cereali, fortemente limitati frutta e patate, mentre è possibile consumare liberamente burro e formaggi grassi.

Tuttavia, rispetto alla dieta Atkins, la dieta dell’astronauta si caratterizza per una diversa ripartizione giornaliera di grassi, proteine e carboidrati: