Chirurgia estetica, i filler di acido ialuronico

di Daniela Commenta

Le statistiche parlano chiaro: sempre più persone, sia donne che uomini, si rivolgono al chirurgo estetico per correggere o eliminare imperfezioni o per rallentare i segni dell’invecchiamento; tra i trattamenti più diffusi ci sono i filler di acido ialuronico, ideali per riempire i solchi provocati dalle rughe e per aumentare il volume di labbra e zigomi. Prima di affrontare un intervento di chirurgia estetica, che sia piccolo o grande, bisogna avere ben chiari tutti i termini e i processi di questo intervento, oggi, quindi, vedremo di fare un po’ di chiarezza e di spiegare cosa sono i filler di acido ialuronico.

Cosa sono i filler

Per spiegare i pro e i contro di questa pratica e quali obiettivi estetici si prefigge, bisogna prima spiegare cos’è e in cosa consiste. In pratica, i filler sono delle sostanze che vengono iniettate nella pelle del viso attraverso una siringa dall’ago molto sottile; le iniezioni di filler avvengono i regime di day surgey, senza bisogno né di anestesia né di ricovero, tanto che i risultati e la ripresa delle attività quotidiane sono immediati.

Quando ricorrere al filler

I filler servono per rallentare i segni dell’invecchiamento, in quanto permettono di eliminare le rughe e i solchi della pelle del viso riempiendoli; in particolare, sono utili per riempire le rughe, le pieghe delle pelle, solchi nasogenieni pronunciati, correggere cicatrici o per aumentare il volume delle labbra, del mento e degli zigomi.

Tipi di filler

Esistono diversi tipi di filler: ce ne sono alcuni indicati per trattare le rughe o le pieghe, altri per il riempimento delle depressioni e altri ancora specifici per aumentare il volume di alcune zone del viso; dal punto di vista della composizione chimica esistono due gruppi di filler: i filler biologici e quelli sintetici.

I filler biologici, chiamati anche filler di superficie, prevedono l’iniezione di molecole naturali che vengono totalmente riassorbite dalla pelle dopo un certo periodo di tempo e hanno una durata limitata, come l’acido ialuronico, appunto. I filler sintetici, invece, rimangono nella pelle in modo permanente e vengono assorbiti molto lentamente.

A seconda della zona nella quale vengono iniettati, i filler si distinguono in superficiali e profondi, quest’ultimi indicati per correggere in profondità gli inestetismi del viso. Per la scelta del tipo di filler affidatevi all’esperienza del chirurgo: solo lui, infatti, dopo un’attenta visita, saprà indicarvi il trattamento migliore per la zona interessata.

Controindicazioni dei filler

Anche se il filler è un’applicazione molto semplice, ci sono tuttavia delle controindicazioni, come ad esempio, il rischio di allergie al materiale iniettato, pericolo che viene scongiurato facendo una piccola iniezione di prodotto nell’avambraccio un po’ di tempo prima dell’intervento vero e proprio. Dopo le iniezioni, inoltre, si presentano nel viso dei piccoli segni causati dall’impianto della sostanza, ovvero degli ematomi che, salvo complicazioni, si riassorbono in tre o quattro giorni. Anche in questo caso, comunque, sarà il medico durante la visita a verificare le vostra idoneità al trattamento.

Filler di acido ialuronico

Come dicevamo all’inizio, tra i filler più praticati c’è quello a base di acido ialuronico, una sostanza biologica che riempie le rughe in modo naturale e che viene riassorbita velocemente dalla pelle, utile per trattare diverse parti del viso e ridurre in modo importante gli inestetismi causati dall’invecchiamento.

Cos’è l’acido ialuronico

L’acido ialuronico è uno dei componenti fondamentali della pelle umana e serve a dare consistenza della forma, tant’è che se vi è una carenza di acido ialuronico la pelle si indebolisce e si formano le rughe; con il passare del tempo la quantità di sostanza nei tessuti umani diminuisce, provocando così pieghe e depressioni.

Quando ricorrere ai filler di acido ialuronico

I filler di acido ialuronico servono soprattutto a riempire le rughe della bocca, quelle frontali e quelle glabellari, ad eliminare le zampe di gallina e le cicatrici da acne, ma anche per aumentate il volume delle labbra e degli zigomi.

Come avviene l’iniezione di acido ialuronico

I trattamenti a base di acido ialuronico avvengono per iniezione tramite aghi molto sottili in regime ambulatoriale; prima dell’iniezione il medico può applicare sulla parte del viso interessata una crema anestetica oppure eseguire una blanda anestesia locale, in quanto il dolore causato dall’iniezione è molto limitato. Dopo l’iniezione, praticata con un ago sottilissimo, la ripresa è immediata, tanto che l’intervento non prevede il ricovero del paziente.

Quanto dura i risultato del filler di acido ialuronico

I risultati delle iniezioni di acido ialuronico sono immediati anche se non definitivi, infatti, in molti casi servono due o tre sedute prima di ottenere il riempimento vero e proprio, soprattutto in caso di rughe molto marcate. Essendo l’acido ialuronico una sostanza naturale già presente nell’organismo, viene riassorbito nel giro di alcuni mesi; tuttavia la durata dei risultati varia da persona a persona.

Quanto costano le iniezioni di acido ialuronico

Il prezzo delle iniezioni di acido ialuronico variano in base a diversi fattori dato che è stabilito dal chirurgo plastico dopo una visita pre-operatoria; tuttavia, generalmente, i costi medi oscillano tra i 200 e i 600 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>