Crusca di avena, proprietà e usi

di Sara Mostaccio Commenta

I benefici della crusca di avena sono moltissimi, sia per la dieta che per la salute più in generale: scopriamone proprietà e usi. Prima di iniziare cerchiamo di capire bene di cosa si tratta. La crusca di avena è la pellicola che riveste i grani di avena e in passato veniva scartata mentre più di recente se ne sono scoperti i numerosi vantaggi.

La prima virtù è l’alto contenuto di fibre ma non è l’unico elemento da tenere in considerazione. Contiene infatti molte vitamine, tra cui vitamine A e B ma anche C ed E. Offre buone quantità di minerali quali calcio, fosforso, potassio, acido folico e ancora rame, manganese, selenio e zinco. È ricca anche di antiossidanti che difendono le cellule dai radicali liberi prevenendone l’invecchiamento precoce e proteggendo la salute dei tessuti.

Quanto a valori nutrizionali consideriamo le quantità per 100 grammi di crusca d’avena: offrono il 63,3% di carboidrati, il 12,8% di proteine, il 23,9% di lipidi. Ancora su 100 grammi inoltre fruiamo di 15,4 grammi di fibre, essenziali per ristabilire il buon funzionamento dell’intestino.

I benefici primari riguardano proprio la quantità di fibre che riducono l’assorbimento dei grassi e il colesterolo LDL. Nel contempo, come si diceva, si regolarizza il transito intestinale e si previene la stitichezza.

Per la loro stessa natura inoltre le fibre inducono un immediato senso di sazietà, prezioso alleato di ogni dieta dimagrante. La crusca d’avena ha anche un basso indice glicemico che aiuta ad evitare picchi di insulina mantenendo la glicemia più stabile.

Recenti ricerche hanno dimostrato che la crusca di avena aiuta a mantenersi in forma grazie all’azione dell’ormone colecistochinina che l’intestino produce in presenza di fibre, stimolando il senso di sazietà e riducendo i picchi glicemici. Così si tende a mangiare meno.

Un altro vantaggio della crusca di avena sul nostro organismo riguarda la pelle che risulta più protetta e luminosa grazie alla vitamina A che protegge dai radicali liberi. Agendo inoltre sulla salute dell’intestino e sui processi renali, la pelle risulta subito più luminosa.

Photo Credits | kostrez / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>