7 alimenti ricchi di iodio

di Mariposa Commenta

Lo iodio è un ingrediente fondamentale della nostra dieta, fondamentale per la salute della tiroide. A dare le indicazioni per un menù ad hoc è la Siedp, la Società italiana di endocrinologia e diabetologia pediatrica, che ricorda che dieta povera di iodio può determinare disturbi quali il gozzo, cioè l’aumento delle dimensioni della ghiandola, e la formazione di noduli.

Secondo l’Organizzazione mondiale della Sanità, il fabbisogno quotidiano di iodio per un adulto è di 150 microgrammi, ma nel caso di neonati e bambini e di donne in gravidanza l’introito deve aumentare fino a 200-250 mg. In 100 grammi di crostacei è presente una quantità di iodio pari a 300 mg, mentre in una pari quantità di pesce di mare la media è di 80 mg. Il dottor Andrea Lania, responsabile dell’Unità operativa di Endocrinologia dell’Istituto Clinico Humanitas, ha inoltre aggiunto:

Sono tutti alimenti portatori di buone quantità di iodio e che in misura variabile possono contribuire a raggiungere la soglia raccomandata di iodio, ma non si può prescindere dal sale iodato per un corretto apporto iodico giornaliero

 

Via libera quindi ai seguenti alimenti:

Pesci e crostacei

Merluzzo, il salmone non di allevamento e il branzino. Ancora, sgombro e alici, crostacei, calamari e polpi.

Yogurt biologico

E’più noto per il suo contenuto di calcio e proteine, questo prodotto di latte cagliato è anche sorprendentemente ricco di iodio. Una tazza di yogurt ci fornisce 154 microgrammi di iodio o il 58 per cento della nostra RDA. A confronto, una tazza di latte contiene 56 microgrammi di iodio.

Fagioli

Oltre ai fagioli, via libera anche lenticchie, ceci e fave, perfetti dunque anche per chi segue una alimentazione vegana.

Alghe marine

Contengono 20-8000 mg/kg se essiccate

Uova

Il contenuto varia tra 70-90 μg/kg

Latte

Il contenuto varia tra 50-200 μg/L

Aglio e cipolle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>