Integratori per la caduta dei capelli, ecco quali scegliere

Spread the love

I capelli rappresentano tra le parti del corpo esteticamente più belle di uomini e donne, tuttavia sono anche tra gli elementi maggiormente fragili e delle volte possono essere soggetti alla caduta. Un problema purtroppo molto diffuso, non solo nel nostro Paese ma in generale a livello planetario e che può avere origini e cause diverse, sia temporanee che permanenti. Per questo motivo, tante persone tendono a curarli in modo attento, in diverse maniere e attraverso vari metodi, al fine di preservarli il più possibile.

caduta dei capelli

Da qui anche la realizzazione e commercializzazione di molteplici prodotti per la cura della propria capigliatura: dagli shampoo specifici fino agli integratori anticaduta per capelli. Esiste pertanto una vasta scelta di strumenti a disposizione di uomini e donne. Ma quali scegliere quando si ha il problema in questo caso della perdita o riduzione della chioma? Considerando una loro certa recente diffusione, cerchiamo di capire come scegliere gli integratori per la caduta dei capelli.

La perdita di capelli

Solitamente questo problema si presenta nei cambi di stagione. In autunno, ad esempio, le temperature tendono a cambiare nettamente e la riduzione della luce solare provoca alcune variazioni nei livelli ormonali e, indirettamente, influenzano la caduta dei capelli. A tutto questo si possono aggiungere gli effetti dello stress estivo, quando la capigliatura ha dovuto sopportare il sale, i raggi solari e un maggiore quantitativo di sudore, oltre che lavaggi più frequenti. Tutto ciò giustifica una perdita temporanea di capelli.

Tuttavia, possono esserci situazioni non temporanee, che comportano una progressiva ma continua riduzione della capigliatura. E questo è dovuto ad altri fattori, tra cui una certa predisposizione genetica, livello degli ormoni, diete alimentari particolarmente rigide che portano ad una carenza di alcuni minerali come il ferro, periodi prolungati di stress e cure farmacologiche. Sono utili, in tali casi, una serie di prodotti che possono curare e rafforzare i capelli: dagli shampoo alle lozioni, passando appunto per gli integratori.

Difatti, gli integratori alimentari contro la caduta dei capelli, in combinazione con gli altri elementi citati, in una terapia specifica d’urto, possono favorire il rafforzamento della capigliatura in generale e quindi contribuire ad una sua maggiore cura e benessere. Considerando la presenza di differenti tipologie di prodotti, andiamo a vedere quali integratori potrebbero essere particolarmente d’aiuto per limitare il problema della caduta dei capelli, dovuta sia a fattori temporanei che permanenti.

La scelta degli integratori più adatti

Per quelle persone che soffrono della perdita dei capelli solo in alcuni periodi dell’anno, gli integratori adatti sono quelli a base di vitamine, minerali, antiossidanti e amminoacidi. In particolare, quelli che contengono le vitamine B5 e B6, zinco, rame, acido folico e ferro. Per coloro che comunque presentano una capigliatura particolarmente forte, importante è anche l’assunzione di acidi grassi di tipo Omega 3,6 e 9, presenti in olii di origine vegetale, quali ad esempio borragine, ribes nero ed enotera.

Se invece il problema della caduta dei capelli è dovuta a fattori ormonali, allora gli integratori più adatti sono quelli che contengono anche isoflavoni di soia. Utile può anche essere l’estratto di Serenoa Repens, che limita gli effetti negativi sui capelli degli ormoni maschili. Naturalmente tali integratori si devono assumere con attenzione e per un periodo non superiore a tre mesi consecutivi di trattamento, da ripetere due o tre volte all’anno.

1 commento su “Integratori per la caduta dei capelli, ecco quali scegliere”

Lascia un commento