Come togliere adipe dalla pancia: incenso e caffè verde

 
Siry
24 settembre 2009
Commenta

circonferenza pancia Come togliere adipe dalla pancia: incenso e caffè verde

Se la circonferenza della pancia supera i 102 cm serve un programma bruciagrassi più generalizzato, che non sia limitato all’addome. Infatti, in queste situazioni l’accumulo di grasso è diffuso anche ad altri distretti del corpo e penetra i tessuti in profondità. E per eliminarli può essere necessario un po’ più di tempo, almeno un mese. I semi di caffè verde (Coffea arabica) so­no ricchi di antiossidanti e caffeina. Han­no un’azione bruciagrassi naturale: sciolgono gli accumuli lipidici, facilitando la perdita di peso.

Inoltre riducono la fame di zuccheri. Assumere una capsula di estratto di caffè verde per 15-30 giorni, sempre alla mattina. La caffeina può avere effetto eccitante e provocare insonnia, nervosismo, tachicardia e agitazione: smettete subito l’assunzione se notate che questi sintomi si intensificano Due o tre volte al giorno praticate un massaggio utiliz­zando 3 gocce di oli essenziali di incenso e cannella di­luiti in 10 ml di olio di rosa mosqueta.

Queste essenze possiedono un’azione drenante, riattivano la circolazione linfatica e rendono più morbidi i tessuti dove si sono accumulati i grassi maggiormente difficili da sciogliere. Per 15 giorni, evita le farine bianche, intasano il metabolismo e stimolano uno degli ormoni più implicati nell’ingrassa­mento della pancia: l’insulina. Sono troppo pieni di grassi animali e di zuccheri che favoriscono l’accumulo di trigliceridi.

In più, non vi saziano: sosti­tuiteli con i dolci integrali e casalinghi. Il mix di mozzarella, affettati e pasta lie­vitata “pesa” sullo stomaco, rallenta l’at­tività metabolica e gonfia la pancia. Amate la pizza? Scegliete quella alle verdure. Le paste biologiche di colore scuro sono quelle più ricche di fibre e sali minerali depurativi: favoriscono l’evacuazione e riducono la circonferenza addominale.

I piselli stufati, come tutti i legumi, sono una fonte di proteine nobili che rassoda­no i tessuti dall’interno ed evitano che si “infiltrino” di grasso. Alternate la pasta al riso integrale: i suoi amidi disintossicano l’intestino, che è il vostro principale motore bruciagrassi. Con­ditelo con l’olio d’oliva, che vi purifica. Sciogliete i grassi dei pannicoli adiposi, riducendo in modo graduale ma duraturo la circonferenza dell’addome. Riattivate il metabolismo in generale, riducendo i depositi di adipociti anche a livello profondo. Mantenete regolati i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue, prevenendo le complicanze del sovrappeso.

Lista Commenti