Kefir di latte, cosa è e benefici

di Valentina Commenta

Il Kefir è uno dei superfood che sempre di più sta prendendo piede tra coloro che decidono di curare meglio la loro alimentazione: si tratta di un prodotto a base di latte fermentato simile allo yogurt, consumato come bevanda rinfrescante ricca di fermenti lattici e probiotici.

I benefici del Kefir

Il gusto del Kefir è leggermente acido: come alimento nasce nella zona del Caucaso, zona dove il suo consumo è diffuso da secoli. Tradizionalmente questa bevanda viene preparata usando del latte fresco di pecora, capra o vacca e dello zucchero: nel corso del tempo è stato ottenuto anche con il latte di soia e quello di riso o addirittura con la sola acqua zuccherata.

I benefici del Kefir sono molti perché oltre che i fermenti lattici contiene anche molti minerali come lo zinco, il fosforo, il calcio e il magnesio e amminoacidi come il triptofano: e se i fermenti aiutano l’intestino ad assorbire i nutrienti, l’amminoacido possiede effetti di tipo terapeutico sul sistema nervoso, aiutando a combattere i disturbi del sonno o di iperattività. Il suo contenuto di vitamine del gruppo B e di Vitamina K aiuta a regolare l’apparato renale. Importante: il Kefir può essere può essere consumato anche da coloro che sono intolleranti al lattosio per via della scarsa presenza di questo zucchero. Un consumo regolare di Kefir dà modo di proteggere l’intestino e garantirne un funzionamento adeguato, aiutando a rinforzare il sistema immunitario data la sua capacità di riequilibrare la flora intestinale e stimolare la produzione di anticorpi, agendo allo stesso tempo contro l’accumulo di colesterolo nel sangue.

Kefir ottimo per recuperare energie

Il Kefir consente di aiutare le persone anziane e a coloro che devono riprendersi da un trattamento antibiotico a ritrovare energia: è utile anche alle donne in stato di gravidanza, grazie al suo contenuto di acido folico. Più in generale questo superfood è consigliato per le seguenti ragioni:

  • Rafforza le difese immunitarie
  • Contribuisce È ricco di sali minerali e vitaminea tenere a bada il colesterolo cattivo
  • Dona energia
  • Aiuta le funzioni intestinali grazie al contenuto di fermenti lattici
  • Contiene amminoacidi come il triptofano
  • Si può assumere anche in gravidanza.

Bisogna comunque fare attenzione a non esagerare con le dosi. Generalmente all’inizio se si parla di kefir di latte come in questo caso, si dovrebbe iniziare con un cucchiaio o due al giorni per poi passare a una tazza o due.  A seconda del proprio gusto si può consumare a colazione o durante i pasti principali.

Pur essendo un’ottima bevanda, se si parte da una situazione intestinale squilibrata si possono presentare degli effetti collaterali dopo il suo consumo come crampi, meteorismo, mal di testa, mal di stomaco e nausea.

Offerte e promozioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>