Dieta dello Sportivo per rimanere in forma

di Valentina Commenta

Rimanere in forma con la dieta dello sportivo non è un obiettivo difficile da perseguire se si ha la perseveranza di sottostare a qualche piccola attenzione nel mangiare: sebbene effettivamente questo tipo di regime sia organizzato in modo da introdurre più proteine nel corpo, se accompagnato dalla giusta attività fisica può rivelarsi un toccasana per il proprio corpo.

Regime iperproteico della dieta dello sportivo

Sottolineando che non si dovrebbe mai intraprendere una dieta senza consultare il proprio medico in modo da essere certi di non subire importanti conseguenze, è necessario comprendere che la dieta dello sportivo è un regime iperproteico e come tale, se condotta a lungo ed in modo non equilibrato può comportare dei rischi per l’organismo. Una delle più importanti conseguenze è a carico dei reni: motivazione per la quale questa dieta, che a meno che non si sia degli sportivi davvero deve essere seguita per un periodo limitato, è sconsigliata se non vietata a chi soffre di diabete ed alle donne in stato di gravidanza. Chi fa sport e vuole far accrescere la massa muscolare segue questo tipo di dieta ma bilanciando calorie e nutrienti, quindi anche la presenza di carboidrati e grassi oltre che di proteine e vitamine: una persona che non fa molta attività fisica dovrà prestare ancora più attenzione.

Menu tipo della dieta dello sportivo

Per comprendere il funzionamento di questa dieta dello sportivo basta analizzare quello che è il suo menu tipo. Si parte con la colazione, dove si consuma un bicchiere di latte intero con un frutto a scelta e 30 gr di cereali mentre per lo spuntino di metà mattinata si può consumare un bicchiere di tè verde (drenante) con una fetta biscottata ed un cucchiaino di marmellata. A pranzo vengono consigliati 80 g di riso al pomodoro con un’insalata di radicchio rosso e 40 g di parmigiano reggiano a tocchetti. Lo spuntino pomeridiano prevede un frutto di stagione ed una tisana allo zenzero mentre a cena, accompagnate da 200 g di pollo e da 70g di pane integrale è possibile mangiare frutta a volontà concedendosi anche un piccolo “sgarro” con  mezza porzione di cheescake alla frutta.

Protraendola nei giorni si possono variare le proteine magari sostituendo il pollo con del pesce, l’insalata con altre tipologie di verdura ed al posto del latte inserire lo yogurt greco. Le varianti possono essere davvero tante. Il consiglio? Accompagnare il tutto dall’attività fisica e chiedere aiuto ad un nutrizionista per un bilanciamento migliore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>