L’influenza si può combattere con la dieta

di AnnaMariaCantarella Commenta

L’influenza è nel pieno del suo picco stagionale. Ha già messo a letto più o meno 4 milioni di italiani nelle ultime settimane (rapporto epidemiologico Influnet dell’Istituto Superiore della Sanità) e in Sardegna sono 6 i casi gravi e 2 i decessi causati dalle complicanze gravi della sindrome influenzale. Dal 2004 no si raggiungeva un picco così alto di ammalati, nonostante siano in aumento le campagne di sensibilizzazione al vaccino – specie per le categorie più a rischio – e l’aumento al loro ricorso.

Un aiuto per contrastrare i fenomeni influenzali ci può venire dall’alimentazione. I cibi infatti possono aiutare a stimolare il nostro sistema immunitario e possono garantirci i nutrienti indispensabili per un processo di guarigione rapido. La prima regola è nutrirsi, senza mai saltare i pasti anche se la febbre fa passare l’appetito, ma senza appesantirsi con eccessive calorie. Va bene una colazione nutriente a base di latte e miele, un pranzo leggero a base di verdure cotte o crude insieme a pesce e carne. Indispensabile aggiungere alla dieta anche i legumi, lo yogurt che contiene probiotici, il parmigiano e la frutta che dà il giusto apporto di vitamine (kiwi e agrumi soprattutto).

Quando si ha a febbre molto alta è indispensabile mantenersi idratati. Bere tanto è la prima regola per guarire prima, perchè la febbre e il sudore tendono a farci perdere importanti sali minerali che vanno reintegrati con l’acqua e con l’alimentazione. Anche se non sentite il bisogno di bere, sappiate che è necessario introdurre almeno 1,5 litri di acqua al giorno. Se non riuscite a bere molta acqua, aiutatevi assumendo tisane come la tisana allo zenzero, che ha un effetto antinfiammatorio ed espettorante utilissimo durante l’influenza.

Leggi anche:
> COSA MANGIARE SE SI E’ A LETTO CON L’INFLUENZA
> LA DIETA PER PREVENIRE L’INFLUENZA