Colesterolo, il tuorlo è più pericoloso del cibo spazzatura

 
Mariposa
4 novembre 2010
7 commenti

tuorlo colesterolo Colesterolo, il tuorlo è più pericoloso del cibo spazzatura

A volte si cerca di seguire una dieta per non aumentare i livelli di colesterolo nel sangue e si commettono errori enormi, consumando alimenti apparentemente indicati, perché magari si possono cucinare senza l’aggiunta di grassi e di condimenti. Il tuorlo, per esempio, ha un contenuto altissimo di colesterolo che lo rende un potenziale pericolo per la salute cardiovascolare, maggiore che non mangiare fritti o cibo spazzatura.

Quante volte vi siete fatti un uovo in camicia o alla coque pensando di consumare un pasto light. Purtroppo non è così e i ricercatori canadesi hanno lanciato l’allarme (non è il primo). Sostengono, infatti che nel tuorlo d’uovo, a seconda della grandezza, ci possa essere da 215 a 275 mg di colesterolo. Confrontato con un doppio piatto di pollo fritto che, secondo loro, ne conterrebbe solo 150 mg, il tuorlo d’uovo ne esce bollato come un potenziale killer.

Tenete conto che il consiglio dei dietologi è di non consumare più di 200mg di colesterolo al giorno, soprattutto se avete già valori alti o siete persone con una storia clinica particolare. Il dottor David Spence dell’Università del Western Ontario e i colleghi David Jenkins  e Jean Davignon hanno commentato:

Abbiamo voluto mettere il colesterolo nella giusta prospettiva, siccome c’è stato un equivoco diffuso che si è diffuso tra il pubblico canadese e anche tra i medici: che il consumo di colesterolo con i tuorli d’uovo è innocuo. Tutto questo, grazie anche al gran lavoro di marketing sulle uova.

Tra il bianco e il rosso, inoltre, la partita la vince il primo. Infatti, l’albume, sempre secondo gli esperti canadesi, sarebbe una preziosa fonte di proteine ad alta qualità. I soggetti a rischio malattie cardiovascolari dovrebbero quindi assumere il bianco e lasciare da parte il rosso. Non disperate! La soluzione migliore è lasciar perdere le uova o mangiarle sode, così da poter fare una selezione molto accurata.

Articoli Correlati
Lista Commenti
  • Paolo

    mariposa, scrivi tante cose interessanti ma stavolta non ti condivido. L’uovo, tuorlo e albume, non è pericoloso!

  • Mariposa

    @ Paolo:
    Non è pericoloso, però se la persona ha già il colesterolo alto è meglio fare attenzione! Comunque sono pronta a discuterne meglio, se vuoi!

  • Paolo

    @ Mariposa:
    E’ ovvio che se esiste una patologia, qualunque sostanza può diventare pericolosa.
    Ma sono dell’opinione che sul colesterolo si faccia troppo allarmismo.
    discutiamone, certo che voglio. Sono qui per capire!

  • Mariposa

    @ Paolo:
    Più che allarmismo, diciamo che c’è più severità nel trattare l’argomento perché sono in continuo aumento persone con obesità grave o problemi cardiaci. E’ una tecnica educativa e non è del tutto sbagliata. C’è gente che mangia davvero male: solo prodotti già pronti, pochissima verdura, ecc.

    Tornando all’uovo, invece, credo che si possa sottolineare il problema delle quantità: un solo uovo non ti sfama e contiene colesterolo come o più di un piatto di pollo fritto (diciamo un paio di hg). In questo senso è peggio! Non so quanto ti possa aver convinto, ma continua a seguirci!

  • Paolo

    @ Mariposa:
    in effetti non mi hai convinto molto :)
    sul fatto che si mangia davvero male ne sono convinto. Sul fatto che quando si mangiava meglio si mangiavano più uova (anche 2 ogni mattina per molti contadini) è il tema su cui vorrei discutere. Secondo me il colesterolo esogeno è facilmente utilizzabile dall’organismo. Quando aumentano i valori ematici i problemi potrebbero essere altri.
    E comunque ho il sospetto che i valori ematici di riferimento (per il colesterolo ma anche per altri parametri) siano un pò ritoccati al ribasso per favorire la igliore circolazione di certi farmaci. MA questo è solo un mio sospetto

  • Fabio76

    Domanda. Ma chi ti passa quel che scrivi?
    l’80% del colesterolo che abbiamo in circolo viene sintetizzato dall’organismo e quindi solo il 20% viene dal “cibo”.
    Quindi anche se agiamo sul 20% non mangiando Uova e crostacei mi spieghi come faccio ad abbassare il mio livello di colesterolo?
    Inoltre, giusto per sottolineare, le “fesserie” che ci propinano i “medici”.
    l’uovo contiene LETICINA, fondamentale nella metabolizzazione dei grassi e nel controllo del colesterolo stesso.
    PS. Il problema della cattiva alimentazione non sono le proteine e i grassi. Sono i carboidrati da cereali. Il senso di sazietà è un segnale che arriva al cervello e parte dalla “digestione” degli alimenti.
    Sapete che la digestione delle protenie “comunica” molto prima della digestione dei carboidrati questa informazione?
    Quindi si è sazi prima mangiando proteine.
    Pensateci … un piatto di pasta o un pezzo di pizza – buoni !!! io vado matto per la pizza – ma che nutrienti contiene?

    • Mariposa

      @Fabio76: Credo che tu abbia visto che si il testo ha come fonte uno studio dell’Università del Western Ontario. Non sono teorie astratte, ma c’è stato una ricerca! Poi sul fatto che ci sia cattiva informazione e si esageri sul ruolo della dieta per regolare il colesterolo sono d’accordo. Ti faccio un esempio: donna, 50 kg, 170 cm, non mangia latticini, ha una dieta che tende al vegetariano, una vita sedentaria e il colesterolo alto. Il medico di base le consiglia una dieta, ma è ovvio che non serve, che non è quello il problema! Questi studi però restano comunque importanti, perché molte persona hanno le analisi del sangue sballate e sono obese… magari possono trovare uno stimolo a curare di più la loro salute!