Ciliegia, un frutto dimagrante

di Daniela 2

ciliegie

A giudicare dal loro sapore dolce forse non si direbbe, ma le ciliegie contengono addirittura meno zuccheri delle mele, al punto che 100 grammi forniscono al nostro organismo solo 38 kcal: praticamente un “niente” che le rende una golosità accessibile a tutti, addirittura consigliata a chi vuole perdere peso.

Oltre a dare poche calorie, le ciliegie forniscono un’alta quantità di acqua (è circa l’85%) che rende questi frutti degli ottimi reidratanti, diuretici e depurativi, ideali per facilitare l’eliminazione delle scorie prodotte dall’organismo.

Le ciliegie sono, inoltre, ricche di fibre solubili, che contribuiscono a stimolare efficacemente il senso di sazietà nello stomaco e riducono l’assorbimento dei grassi, facilitando ulteriormente la perdita di peso.

Sarebbe un errore limitarsi a descriverle come un frutto ipocalorico, perché contengono anche altre sostanze che risultano preziose per mantenere il tono del fisico durante il dimagrimento, come la vitamina C e i flavonoidi, che agiscono come antiossidanti mantenendo la giusta elasticità della pelle, mentre gli acidi organici contribuiscono a conservare l’equilibrio acido-base all’interno del corpo. Quanto ai minerali, non mancano calcio e fosforo, ma è il potassio quello presente in maggiore quantità, che regala alla ciliegia caratteristiche da tonico muscolare.

Qualche suggerimento per l’acquisto delle ciliegie; per capire se sono di buona qualità dovete fare attenzione che siano intere, di aspetto fresco, cioè con la buccia liscia e senza lesioni ed ammaccature, pulite e non bagnate esternamente; particolare importante è la presenza del peduncolo, a testimonianza della loro freschezza.

Generalmente, vale la pena di preferire le varietà locali, anche se più piccole, perché sono più gustose delle grandi ciliegie provenienti dalle coltivazioni intensive; infine, è meglio acquistarle in piccole quantità in modo da non tenerle in frigo per più di due o tre giorni.