5 regole per evitare l’effetto yo yo nella dieta

di AnnaMariaCantarella Commenta

Riuscire a dimagrire, specialmente in vista dell’estate è sicuramente uno dei buoni propositi della primavera. Il problema però è sempre quello: dimagrire significa spesso stare a dieta e fare rinunce per lunghi mesi per poi ritrovarsi a mangiare di nuovo come prima e riprendere tutti i chili persi, se non di più. Quindi, come evitare l’effetto yo yo della dieta?

Potreste stare a dieta 12 mesi l’anno ma la soluzione è forse più semplice, basta seguire alcune regole.

Prima regola: la dieta di mantenimento non è un regime alimentare da seguire per tre mesi ma deve diventare uno stile di vita, una regola alimentare che ci aiuta a distinguere quali sono gli alimenti ok e quelli da evitare e ci aiuta anche a gestire la grandezza delle porzioni proprio per evitare l’effetto yo yo.

Seconda regola: no alle diete lampo. Non fatevi convincere dall’idea di poter perdere sei chili in due settimane perchè quel tipo di dieta aiuta forse a sgonfiarsi, a perdere liquidi, ma non aiuta per niente ad eliminare la massa grassa e il risultato è che dopo l’ago della bilancia torna ai livelli di prima.

> 5 BUONI MOTIVI PER NON FARE LA DIETA LAMPO

Terza regola: evitate di mangiare i carboidrati da soli e abbinateli invece alle proteine magre perchè questo aiuta a tenere sotto controllo l’indice glicemico e il corpo può utilizzare gli zuccheri necessari senza trasformare quelli in eccesso in grassi di deposito.

> DIETE CHETOGENICHE RIDUCONO L’EFFTTO YO YO

Quarta regola: non saltate mai la colazione. Mangiare qualcosa entro 40 minuti dal risveglio aiuta a tenere  abada al fame per le ore successive.

> COME DIMAGRIRE E NON RIPRENDERE I CHILI PERSI

Quinta regola: compensare. Se non riuscite proprio a rinunciare a cenette e aperitivi con gli amici, almeno compensate il giorno dopo con pasti più leggeri e base di sole proteine e verdure. Il controllo delle calorie vi aiuterà a compensare i bisogni energetici.