4 idee per la colazione vegana

di Sara Mostaccio Commenta

Anche se sempre più spesso e più facilmente si trovano nei bar prodotti vegani, non è ancora tanto diffusa la cultura della colazione vegana dunque è sempre preferibile prepararla e consumarla a casa prima di uscire di casa. Ecco qualche idea per una colazione vegana sana, nutriente e completa.

colazione vegana

Non serve troppa fantasia per comporre una colazione vegana energetica al punto giusto per affrontare la giornata con grinta ma varia in modo da non annoiarsi mangiando sempre le stesse cose.

Colazione vegana classica

Un succo di frutta o una spremuta fresca, qualche fetta biscottata con un velo di marmellata, una tazza di latte vegetale e una manciata di frutta secca, per esempio di noci, comporranno la perfetta colazione classica in chiave vegana.

Colazione vegana con smoothie

Se andate di corsa e non avete tempo di sedervi a tavola per consumare la colazione con calma, preparate uno smoothie che contenga tutto quello di cui avete bisogno. Un esempio? Mezzo mango a pezzi, 1 carota tritata, 1 tazza di latte di cocco, 1 cucchiaino di cannella. Frullate tutto, aggiungete una manciata di semi di chia e bevete immediatamente.

Colazione vegana detox

Con un centrifugato di frutta e verdure otterrete una bomba di energia, minerali e vitamine e al tempo stesso depurerete l’organismo partendo con il piede giusto. Preparate un mix con 1 costa di sedano, mezza mela verde, 3 carote e o scegliete una delle nostre ricette per centrifugati. Quando c’è il latte, sostituitelo con il latte vegetale.

Colazione vegana con pancake

I più golosi non vorranno rinunciare al dolce, ecco dunque la ricetta per i pancake vegani, perfetti anche per una colazione più lenta nel weekend. Unite in una terrina 100 grammi di farina, 5 grammi di lievito in polvere, 100 ml di latte di soia, 2 cucchiai di olio di oliva e 20 ml di acqua frizzante. Mescolate con cura e versate il composto in una padella antiaderente per preparare i pancacke. Girate dopo un minuto. Servite con frutta fresca e sciroppo d’acero o di agave.

Photo | Thinkstock